Radioconcordia


Vai ai contenuti

( Part. IVA 01569240847 )

Notiziario locale sulle frequenze radio F.M dal Lunedě a Sabato : Ore 08,30 ( in video ) - 10,40 - 11,40( in video ) - 15:40 - 17:40 - 19:40 ----- Notiziario Nazionale :Ogni Ora a partire dalle 07:00 Domenica esclusa

Radio Live

Radio Live

Video stream live

ddddd

Radioconcordia TV

La Voce dello Spirito

Ascolta

Applicazione Smartfhone


Scarica

News

Gionale Radio

NOTIZIE

Nuova allerta meteo con Codice Arancione in provincia di Agrigento: Libero Consorzio consiglia prudenza sulle strade interne.

Agrigento, 8 febbraio 2017

Il Dipartimento Regionale della Protezione Civile (Centro Funzionale Decentrato Multirischio integrato – Settore Idro) ha segnalato nell’avviso odierno di protezione civile il codice Arancione per una forte perturbazione che interesserà tutta la regione da stasera e sino a tutta la giornata di domani, giovedì 9 febbraio. Sono previste infatti intense precipitazioni, anche a carattere di rovescio o temporale, in particolare dalle prime ore di domani con forti venti dai quadranti meridionali e locali rinforzi fino a burrasca con mareggiate lungo le coste esposte, e frequente attività elettrica. Possibili inoltre fenomeni di piena di fiumi e torrenti nonché dei valloni tributari, con rischio esondazione. Per questo motivo, i gestori prevedono il rilascio di volumi d’acqua di una certa consistenza dalle dighe Gammauta sul fiume Sosio-Verdura, Gibbesi sul Salso, Arancio sul Carboj e Castello sul Magazzolo. I rilasci potrebbero dar luogo ad esondazioni localizzate lungo questi corsi d’acqua a valle delle dighe, potendo interessare in qualche caso anche i tracciati di strade della viabilità secondaria di tutti i comparti della provincia.
Il Gruppo di Protezione Civile del Libero Consorzio di Agrigento, tra i destinatari dell’avviso, è pronto in ogni caso ad intervenire qualora si manifestassero criticità, raccordandosi con gli uffici di Protezione Civile dei singoli Comuni.
Il Settore Infrastrutture Stradali raccomanda invece di spostarsi in auto lungo le strade provinciali, ex consortili ed ex regionali solo in caso di effettiva necessità durante gli eventi meteo, prestando la massima attenzione negli attraversamenti e nei sottopassaggi, non solo, ove esista tale rischio, per le possibili esondazioni di torrenti e valloni, ma anche in considerazione delle cattive condizioni dei tracciati di buona parte della rete viaria provinciale, caratterizzati da frane, dissesti e buche sul manto stradale, accentuati dalle ultime precipitazioni, e con il concreto rischio di ulteriori riversamenti di fango e detriti da terreni e pendii adiacenti le stesse sedi stradali.


Posted on 09 Feb 2017 by radioconcordia
Domenica 5 febbraio tutti i CAV (Centro di Aiuto alla Vita) d’Italia celebrano la 39ª Giornata Nazionale per la Vita. Il tema di quest’anno è “Donne e uomini per la vita nel solco di Santa Teresa di Calcutta”.
Questa particolare cura il CAV ONLUS “Opera Don Guanella” di Agrigento la offre da ben 17 anni. Il Centro promuove l’accoglienza della vita come dono sacro di Dio, anche quando al suo tramonto va incontro ad atroci sofferenze. Si tratta di un volontariato che, nel momento stesso in cui opera in favore della vita, gratifica chi lo compie.
Posted on 03 Feb 2017 by radioconcordia
Agrigento, 1 febbraio – A partire da oggi e fino alla mezzanotte del 15 febbraio, collegandosi al sito istituzionale del Comune di Agrigento (www.comune.agrigento.it), sull’apposito link “Democrazia partecipata” tutti potranno esprimere la propria preferenza per l’utilizzo di circa 56 mila euro da destinare a opere per la collettività. Sei sono le opzioni proposte: realizzazione parco giochi bambini al Villaggio Mosè, area fitness Lungomare Falcone-Borsellino, interventi di arredo urbano in varie aree cittadine, promozione del grande evento “Agrigento capitale della Cultura 2020”, sostegno alla povertà e organizzazione eventi “Estate Agrigentina”. I 56 mila euro disponibili, derivano dalla quota del 2 per cento delle somme trasferite dalla Regione Siciliana al Comune di Agrigento relative all’anno 2016.
Posted on 02 Feb 2017 by radioconcordia
MUNICIPIO DELLA CITTA' DI NARO
(Provincia di Agrigento)
-----------------


COMUNICATO STAMPA

Mattarella premia gli alunni della quinta C della scuola primaria di Naro

La scuola primaria dell’Istituto Comprensivo San Giovanni Bosco di Naro, retta dal dirigente scolastico Roberto Navarra, si è aggiudicata il concorso nazionale "I giovani ricordano la shoah", bandito dal Ministero dell’Istruzione per l’anno scolastico 2016/2017.

La vittoria è stata ottenuta grazie a un cortometraggio dal titolo “L’amore non si uccide”, realizzato dagli alunni della quinta C, coordinati dalle insegnanti Lina Curto Pelle, Claudia Cultrera e Franca Attardi.

Gli alunni e le insegnanti sono così oggi a Roma, al Quirinale, dove riceveranno il primo premio direttamente dalle mani del presidente della repubblica Sergio Mattarella, alla presenza del ministro Valeria Fedeli e del presidente dell’unione delle comunità ebraiche italiane Noemi Di Segni.

Il cortometraggio è stato proiettato per la prima volta, nell’auditorium della scuola primaria narese, il 29 novembre scorso, alla presenza del sindaco Lillo Cremona e dell’allora assessore comunale alle politiche scolastiche Lidia Mirabile la quale, in quell’occasione, si è detta molto ottimista sulla possibilità di vincere il concorso ministeriale sulla shoah, cui hanno partecipato centinaia di scuole di tutta Italia.

DICHIARAZIONE DEL SINDACO:

“Un cortometraggio coinvolgente e commovente, che promuove e valorizza il principio di eguaglianza e l’amore per il prossimo, ha portato la nostra Città alla ribalta nazionale nell’odierna “Giornata della memoria”.

Il merito va tutto agli alunni della quinta C della scuola elementare, alle loro insegnanti Lina Curto Pelle, Claudia Cultrera e Franca Attardi, oltre che al dirigente scolastico Roberto Navarra.

Siamo davvero contenti dell’evento che dimostra come anche la scuola di Naro del resto d’Italia, ma anche di riuscire a vincere” .

Il Sindaco
abbia talenti e sensibilità artistiche capaci non solo di competere con i talenti e le sensibilità
Posted on 28 Jan 2017 by radioconcordia
025353 è questo il numero del RADIO TAXI finalmente attivo ad Agrigento. Si informa la cittadinanza che da oggi il servizio RADIO TAXI AGRIGENTO è già attivo ed utilizzabile. Grande soddisfazione esprimono in merito i tassisti per il nuovo servizio offerto non soltanto ai turisti ma anche ai cittadini del comune di Agrigento che potranno usufruire di un servizio h24 che giorno dopo giorno continua sempre più a prender piede nel comune capoluogo. Sarà possibile infatti, sia chiamare il numero unico 025353 che utilizzare le apposite App TAXI ITALIA – ETAXI DRIVER oppure TAXI LIVE ITALIA –WIDGET scaricabile dal Play Store del vostro Android. L’utilizzo delle applicazioni non comporta alcuna registrazione.
Posted on 25 Jan 2017 by radioconcordia
A partire dal 1° febbraio, il parcheggio pluripiano di via Nenni resterà chiuso per lavori di manutenzione. La gestione del parcheggio pluripiano è stata assegnata in concessione alla A.T.I. HYA Srl, capogruppo. Sarà comunicata direttamente dal gestore la successiva data di riapertura del parcheggio pluripiano.
Posted on 25 Jan 2017 by radioconcordia
La prevista forte perturbazione che da 24 ore imperversa sulla nostra provincia ha provocato diversi problemi alla viabilità secondaria. Nel pomeriggio e fino alle prime ore serali diversi interventi del personale stradale del Libero Consorzio di Agrigento a causa della presenza di abbondanti detriti su alcune strade del comparto occidentale, in particolare sulla SP n. 37 Caltabellotta-San Carlo, rimasta intasata per diverse ore e liberata da un mezzo privato. Si consiglia comunque, nonostante la segnaleticadi pericolo collocata in diversi punti, di evitare di percorrere questa strada per il rischio concreto di ulteriori slittamenti di materiale fangoso e detriti nelle ore notturne.
Posted on 23 Jan 2017 by radioconcordia
Nella nostra Diocesi quest'anno per diverse ragioni ( avverse condizioni climatiche, cambio del parroco Ortodosso, e di due pastori protestanti) e su richiesta degli stessi rappresentanti delle altre chiese cristiane, si è preferito fare soltanto tre incontri Diocesani: a Lampedusa il 18 Gennaio, a Canicattì il 22 Gennaio alle 16.30 nella Parrocchia della Sacra Famiglia , ad Agrigento sempre il 22 Gennaio alle ore 17 nella chiesa di Santa Rosa da Viterbo.Ulteriori momenti saranno organizzati durante l'anno.
Posted on 19 Jan 2017 by radioconcordia
Agrigento - Riprende, sabato 14 gennaio, la Stagione Teatrale del "Pirandello" con "Il divorzio dei compromessi sposi" con Rosalia Porcaro, scritto e diretto da Carlo Buccirosso e liberamente tratto dall'opera manzoniana,. La storia, pur mantenendo per sommi capi lo sviluppo del noto romanzo manzoniano, trova nei caratteri dei singoli personaggi, da Perpetua ad Agnese, da Don Rodrigo a don Abbondio, d
Sabato, inizio spettacolo alle ore 21. Replica domenica 15 gennaio alle ore 17 e 30.ai Bravi all’Innominato, l’originale chiave di lettura satiro-farsesca.
Posted on 11 Jan 2017 by radioconcordia
Sabato 14 gennaio 2017, alle ore 17, nella Sala Teatro «Granata», in Via Barone 2A, ad Agrigento, in occasione della Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato, il Centro per le Missioni, con il suo Servizio Migrantes, Caritas Diocesana Agrigento e la Fondazione Mondoaltro, presenteranno il Rapporto Immigrazione Caritas e Migrantes e il Rapporto Italiani nel Mondo 2016.
Posted on 10 Jan 2017 by radioconcordia
E’ nuovamente percorribile, ma esclusivamente da veicoli con catene montate, la SP n. 25 Soria-Mussomeli, per il cui sgombero sono state necessarie oltre 16 ore di lavoro con un potente mezzo spalaneve di proprietà dell’impresa che gestisce il servizio di manutenzione ordinaria delle strade del comparto centro-nord. I lavori proseguono anche in queste ore serali, in modo da rendere più agevole il transito dei veicoli, ma sarà necessario spargere sale lungo tutta la carreggiata per evitare la formazione di ghiaccio.
Posted on 10 Jan 2017 by radioconcordia
LIBERO CONSORZIO COMUNALE
DI AGRIGENTO
(L.R. 15/2015)
Ex Provincia Regionale di Agrigento
Ufficio Stampa




COMUNICATO STAMPA

Neve sulle strade interne, Libero Consorzio sconsiglia di mettersi in viaggio e ricorda l’obbligo di catene.


Agrigento, 6 gennaio 2017

Come previsto, intense precipitazioni nevose si sono abbattute e continuano tuttora nella zona alto collinare e montana. Al momento il Settore Infrastrutture Stradali del Libero Consorzio, che sta monitorando con la massima attenzione tutti i tracciati, non ha emesso ordinanze di chiusura riguardanti le strade provinciali interne, ma sconsiglia vivamente di mettersi in viaggio, ricordando inoltre che è obbligatorio l’uso delle catene, che un’ordinanza (la 15 del 2015) rende comunque obbligatorie dal 15 novembre al 15 aprile su diverse strade dei comparti centro-nord e ovest (SP n. 36 Bivio Verdura-S.Anna e SP n. 37 Sciacca-Caltabellotta; SP n. 24A – Tratto Stazione Cammarata–Cammarata, SP n. 24 B – Tratto Cammarata – S. Stefano di Quisquina; SP n. 25 - Soria – Mussomeli (attualmente soggetta a forti limitazioni di transito e di velocità; SP n. 26 C – S. Stefano Quisquina – Confine Palermo; SP n. 26 D – Borgo Pasquale – Valledolmo; SPC n. 31 – Ex Consortile Cammarata verso Casteltermini; SPC n. 39 – Ex Consortile Soria Casalicchio; S.P.C. n. 40 – Ex Consortile Salina – Menta). Ovviamente è anche vietato il transito a ciclomotori e motocicli. Squadre di pronto intervento di cantonieri e personale dell’impresa aggiudicataria dell’accordo quadro per la manutenzione stradale sono già allertate per far fronte ad eventuali emergenze, in particolare nei territori di Caltabellotta, Cammarata, S. Giovanni Gemini, S. Stefano Quisquina e Casteltermini..
Anche in caso di effettiva necessità e con le catene montate si consiglia, comunque, di procedere con la massima cautela.


Posted on 10 Jan 2017 by radioconcordia
Agrigento - Riprende, sabato 14 gennaio, la Stagione Teatrale del "Pirandello" con "Il divorzio dei compromessi sposi" con Rosalia Porcaro, scritto e diretto da Carlo Buccirosso e liberamente tratto dall'opera manzoniana,. La storia, pur mantenendo per sommi capi lo sviluppo del noto romanzo manzoniano, trova nei caratteri dei singoli personaggi, da Perpetua ad Agnese, da Don Rodrigo a don Abbondio, dai Bravi all’Innominato, l’originale chiave di lettura satiro-farsesca.
Posted on 09 Jan 2017 by radioconcordia
LIBERO CONSORZIO COMUNALE
DI AGRIGENTO
(L.R. 15/2015)
Ex Provincia Regionale di Agrigento
Ufficio Stampa




COMUNICATO STAMPA

Neve sulle strade interne, Libero Consorzio sconsiglia di mettersi in viaggio e ricorda l’obbligo di catene.


Agrigento, 6 gennaio 2017

Come previsto, intense precipitazioni nevose si sono abbattute e continuano tuttora nella zona alto collinare e montana. Al momento il Settore Infrastrutture Stradali del Libero Consorzio, che sta monitorando con la massima attenzione tutti i tracciati, non ha emesso ordinanze di chiusura riguardanti le strade provinciali interne, ma sconsiglia vivamente di mettersi in viaggio, ricordando inoltre che è obbligatorio l’uso delle catene, che un’ordinanza (la 15 del 2015) rende comunque obbligatorie dal 15 novembre al 15 aprile su diverse strade dei comparti centro-nord e ovest (SP n. 36 Bivio Verdura-S.Anna e SP n. 37 Sciacca-Caltabellotta; SP n. 24A – Tratto Stazione Cammarata–Cammarata, SP n. 24 B – Tratto Cammarata – S. Stefano di Quisquina; SP n. 25 - Soria – Mussomeli (attualmente soggetta a forti limitazioni di transito e di velocità; SP n. 26 C – S. Stefano Quisquina – Confine Palermo; SP n. 26 D – Borgo Pasquale – Valledolmo; SPC n. 31 – Ex Consortile Cammarata verso Casteltermini; SPC n. 39 – Ex Consortile Soria Casalicchio; S.P.C. n. 40 – Ex Consortile Salina – Menta). Ovviamente è anche vietato il transito a ciclomotori e motocicli. Squadre di pronto intervento di cantonieri e personale dell’impresa aggiudicataria dell’accordo quadro per la manutenzione stradale sono già allertate per far fronte ad eventuali emergenze, in particolare nei territori di Caltabellotta, Cammarata, S. Giovanni Gemini, S. Stefano Quisquina e Casteltermini..
Anche in caso di effettiva necessità e con le catene montate si consiglia, comunque, di procedere con la massima cautela.










Ufficio Stampa Libero Consorzio Comunale di Agrigento P.le Moro, 1 - 92100 Agrigento Tel. 0922 22689, Fax 0922 404147 348 2360830 (S. Grenci), 0922 593267 (A. Palillo),
Posted on 07 Jan 2017 by radioconcordia
Postavecchia
Giufà Lab
Laboratori per ragazzi
10,30
Tempio di Giunone e piazza Cavour
Festival internazionale del folklore
Rappresentazione Patrimoni Immateriali dell’UNESCO
11,00
Teatro Postavecchia
Giufà Lab
Laboratori per ragazzi open
16,30
Teatro Pirandello
Festival internazionale del folklore
Rappresentazione Patrimoni Immateriali dell’UNESCO
Ingresso € 20,00
17,30
Casa Sanfilippo
Colloqui del mandorlo in fiore
Chiesa di S.Pietro
Mandorlo slow
Laboratori del gusto. Vini naturali siciliani
20,30
Teatro Pirandello
Festival internazionale del folklore
Rappresentazione Patrimoni Immateriali dell’UNESCO
Ingresso € 20,00
Eventi a pagamento, prevendita:
Botteghino Tel 0922 590220 info@fondazioneteatropirandello.it
Box Office. Agrigento via Imera, 27. Tel. 0922 20500 info@touristservice.org
Posted on 11 Mar 2017 by radioconcordia

Quaresima in corso...

Quaranta giorni passano in fretta e rischiano di non lasciare alcun segno nella nostra vita che corre veloce. Eppure questo è «il tempo di darci un tempo» per riflettere sulla nostra vita, pregare, ammettere a noi stessi i nostri limiti, riconoscere gli obiettivi non centrati … guardandoci dentro con tenera misericordia e serena onestà.

Questo è il tempo per prepararsi ad un nuovo inizio, che nella Pasqua di Cristo avrà il suo reattore a propulsione. Dobbiamo crederci realmente! Sarà Pasqua vera nella nostra vita quando passeremo dalla semplice (si fa per dire!) «speranza nella resurrezione» alla «certezza di essere redenti» già ora, salvati per Amore, testimoni di Gesù che ha già vinto la morte e scoperchiato i sepolcri dell’umana sofferenza. La Quaresima serve proprio a questo: lasciarsi confondere da Dio che ha scelto di vincere la morte e trasfigurare la sofferenza assumendole su di sé perché anche noi imparassimo a riconoscere la Sua presenza dove mai l’avremmo cercata.

Per questo, lasciamo che questi quaranta giorni trascorrano lenti e siano realmente esperienza di rinnovamento. Viviamoli tutti, uno dopo l’altro, provando a gustare in ognuno di essi il sapore di un’attesa che sa già di resurrezione.

A tutti noi, il mio augurio di una lenta e luminosa Quaresima.
Valerio




FORMAZIONE CARITAS PATRIARCATO ARMENO. ATENE 10-12 MARZO


All’interno del piano di gemellaggi esistente fra le diocesi italiane e le greche, Caritas Diocesana Agrigento dal 10 al 12 marzo proporrà a operatori e volontari dell’Amministrazione apostolica della Chiesa armena ad Atene alcuni moduli formativi sui temi dell’identità Caritas, della relazione di ascolto e del volontariato.

All’interno del progetto di gemellaggio anche il sostegno a due attività di impresa e al servizio di ascolto per i profughi siriani in transito.

___________________________________________________

FORMAZIONE OPERATORI CENTRI DI ASCOLTO



Lunedì 13 marzo, dalle 16,30 alle 19, a Ribera, presso il Centro «La Palma», in Via Giovanni Verga n.1, avrà luogo l’incontro formativo sul tema dell’«Ascolto del migrante» rivolto a operatori dei Centri di Ascolto Parrocchiali. L’incontro è aperto a tutti e rientra nei moduli del secondo livello formativo proposto agli operatori dell’ascolto.

Riprende la formazione di primo livello per operatori dei Centri di Ascolto Parrocchiali. I prossimi incontri sono previsti per i giorni 7 e 21 marzo, nei locali della Fondazione Mondoaltro, ad Agrigento, in Via Barone 2A. Per partecipare è necessario rivolgersi al Centro di Ascolto Diocesano (0922.20455 – centrodiascolto@diocesiagrigento.it) o alla Segreteria (0922.490043 – segreteria@caritasagrigento.it).

_____________________________________________________

CAMPAGNA «ILLUMINIAMO IL FUTURO»


La ludoteca multietnica Alveare aderirà anche quest’anno alla Campagna «Illuminiamo il futuro» promossa da Save the Children per affermare il diritto all’accesso alla cultura per tutti i bambini. Il 4 aprile, dalle 15 alle 18, nei locali di Via Orfane 16, ad Agrigento, sarà proposta un’attività per l’educazione alla Salvaguardia del Creato.
_________________________________________

LABORATORIO CREATIVO - OPERA SEGNO GIUBILARE


In attesa dell’Opera Segno Giubilare, che sarà inaugurata il 22 aprile ai primi vespri della domenica della Divina Misericordia, ha preso il via il laboratorio creativo per la definizione degli arredi della nuova mensa serale. Alcuni ospiti dei servizi, insieme ai volontari europei e a due designer emergenti (http://www.gaetanovella.com/tale-sicilian-design/) lavoreranno alla personalizzazione delle sedie e degli arredi.

___________________________________________

LE FABBRICHE DELLA PACE


Continua la produzione di Pace. Già avviati i percorsi formativi in collaborazione con il Centro per l'Evangelizzazione e la Catechesi, il Centro per le Missioni e il Centro per i Giovani. Oltre 60 i giovani già raggiunti e nuove collaborazioni stanno per essere avviate. Sono in corso di definizione le attività residenziali estive in collaborazione con alcune Caritas Diocesane.

Per saperne di più, è possibile consultare il link http://www.caritasagrigento.it/aprono-le-fabbriche-della-pace/ e scaricare la brochure informativa.

___________________________________________

FORUM MEET - SAVE THE DATE - 30.05.2017

Sarà a breve pubblicato il programma della nuova edizione del Forum MeET (Mediterraneo/Europa/Transnazionalismi) che avrà luogo ad Agrigento, il 30 maggio. Il tema scelto per questa edizione è: «L'Europa oltre la paura. Nuove sfide per il futuro». Rifletteremo insieme su quale senso abbia oggi il progetto europeo, sugli effetti del terrorismo e delle paure che si fanno strada e sul ruolo delle religioni nella costruzione dell'Europa di domani.

Parteciperanno ospiti provenienti da Grecia, Albania e Tunisia.

L'evento è aperto a chiunque sia interessato a riflettere sul tema. Per saperene di più non esitate a contattarci e a consultare i nostri canali media.








La Fondazione Mondoaltro, braccio operativo di Caritas Diocesana Agrigento.


La Fondazione assicura risposte concrete consone ai bisogni presenti nel territorio, gestendo le iniziative sociali e caritative in ambito diocesano su indicazione della Caritas diocesana ed in attuazione dei programmi pastorali, ma progetta anche interventi sociali innovativi in collaborazione con altre realtà non profit ed istituzioni pubbliche e private.
Leggi tutto.





Diventa un volontario Caritas.
Maggiori informazioni al seguente link.




Sostieni i progetti della Caritas diocesana di Agrigento e della Fondazione Mondoaltro ed aiutaci a stare al fianco degli ultimi.
Leggi come fare.










caritas-mini
Newsletter edita dalla Fondazione Mondoaltro
Braccio operativo di Caritas Diocesana Agrigento

Via Barone, 2A - 92100 Agrigento
Tel. e Fax 0922.26905
www.caritasagrigento.it - mondoaltro@caritasagrigento.it

Logo_Twitter Seguici su Twitter logo_facebook Seguici su Facebook

mondoaltro-mini

Cancellati dalla Newsletter








Contatti
Calendario
Opzioni

Posted on 10 Mar 2017 by radioconcordia
IN FAVARA (AG), I CARABINIERI DELLA LOCALE TENENZA HANNO TRATTO IN ARRESTO, IN FLAGRANZA, PER IL REATO DI FURTO AGGRAVATO IN CONCORSO:

MARCHIONE GIUSEPPE DI ANNI 19; TUGUI MARIAN DI ANNI 18, I MINORI S.S. E S.D., TUTTI DI FAVARA.

I DUE MAGGIORENNI, CHE SONO STATI SORPRESI ALL’INTERNO DEL CORTILE DELLA SCUOLA MENDOLA IN DISUSO, SITA IN QUELLA PIAZZA ALICATA, ALLA VISTA DEI MILITARI HANNO TENTATO DI FUGGIRE MA SONO STATI IMMEDIATAMENTE BLOCCATI. I DUE RAGAZZI MINORENNI INVECE, SONO STATI TROVATI NASCOSTI IN UNO SCANTINATO DELLO STESSO STABILE. AL PRIMO PIANO, ERANO STATE ACCUMULATE SUL PAVIMENTO, TUBAZIONI IN RAME ASPORTATE DALL’IMPIANTO DI RISCALDAMENTO E DELL’ACQUA CORRENTE PER UN PESO COMPLESSIVO DI 10 KG. SUL LUOGO SONO STATE RINVENUTE N. 2 PINZE ED UN MARTELLO UTILIZZATI COME ARNESI DA SCASSO. TUTTO IL MATERIALE RITROVATO È STATO SOTTOPOSTO A SEQUESTRO. MARCHIONE GIUSEPPE E TUGUI MARIAN, SONO STATI TRADOTTI PRESSO LE RISPETTIVE ABITAZIONI IN REGIME DEGLI ARRESTI DOMICILIARI, MENTRE I MINORI SONO STATI TRADOTTI PRESSO IL CENTRO DI RECUPERO MINORILE MALASPINA DI PALERMO.



IN AGRIGENTO, I CARABINIERI DEL NUCLEO OPERATIVO E RADIOMOBILE HANNO TRATTO IN ARRESTO PER DETENZIONE ILLECITA DI SOSTANZA STUPEFACENTE AI FINI DI SPACCIO, IL SENEGALESE NADIAYE MUSTAPHA DI ANNI 22, SENZA FISSA DIMORA. LO STESSO È STATO BLOCCATO IN QUESTA VIA GALLO E TROVATO IN POSSESSO DI 50 GRAMMI COMPLESSIVI DI SOSTANZA STUPEFACENTE DEL TIPO HASHISH, SUDDIVISA IN TRE PEZZI. LA SOSTANZA STUPEFACENTE E’ STATA SOTTOPOSTA A SEQUESTRO. L’ARRESTATO È STATO TRADOTTO PRESSO LA CAMERA DI SICUREZZA DELLA TENENZA CARABINIERI DI FAVARA (AG), A DISPOSIZIONE DELL’AUTORITA’ GIUDIZIARIA.



NOTA STAMPA COMPAGNIA CARABINIERI DI AGRIGENTO

Piazzale Aldo Moro n. 2 - 92100 AGRIGENTO

e-mail : cpag411100cdo@carabinieri.it

TEL. 0922 596322 - FAX 0922 499909



Posted on 10 Mar 2017 by radioconcordia
Taranto – Akragas, cambia l’orario della partita

La
Posted on 09 Mar 2017 by radioconcordia
Donne vittime di violenza, inaugurata la "stanza rosa"

dall'associazione Soroptimist international d'Italia con la collaborazione dell'Arma dei carabinieri

Servirà per le audizioni delle donne vittime di violenza. E' la "stanza protetta" o "stanza rosa" inaugurata questo pomeriggio al comando provinciale dei carabinieri. E' stata realizzata nell'ambito del progetto "Una stanza tutta per se", progetto promosso - in ambito nazionale - dall'associazione Soroptimist international d'Italia con la collaborazione dell'Arma dei carabinieri. Si tratta di uno spazio dove le donne, vittime di violenza e di abusi - ma anche i minori - possono trovare un ambiente accogliente per raccontare le loro drammatiche, difficili, esperienze.

"E' una stanza fatta con modalità particolari, tali da non sembrare un ufficio pubblico - ha spiegato il comandante provinciale dei carabinieri, il colonnello Mario Mettifogo - . Grazie ai colori, al tipo di arredamento ed al personale specializzato, è un luogo creato per mettere ad agio, il più possibile, le vittime del reato. E' una stanza realizzata grazie al contributo economico del Soroptimist".

"Non potevamo non scegliere data migliore - ha commentato il presidente del Soroptimist di Agrigento, Rosaria Leto, - . Affidiamo questa stanza ai carabinieri affinché possa essere un tassello nella rete in favore delle donne vittime di violenza, rete che va dal pronto soccorso, alla denuncia ed al dopo denuncia, per evitare cioè che queste donne possano tornare in casa con il maltrattante".



Potrebbe interessarti: http://www.agrigentonotizie.it/cronaca/video-stanza-rosa-donne-vittime-violenza-8-marzo-2017.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/Agrigentonotizieit/117363480329
Posted on 09 Mar 2017 by radioconcordia
Domani alle 12, nei locali della curia arcivescovile di Agrigento si terrà la conferenza stampa di presentazione della “Magna Via Francigena”, progetto promosso dal Comune di Castronovo di Sicilia e dal partenariato diffuso di tredici Comuni, dalla Diocesi di Agrigento e con il supporto dall'associazione Amici dei Cammini Francigeni di Sicilia. Il progetto è sostenuto dal ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo e dall'assessorato al Turismo, Sport e Spettacolo della Regione Sicilia.

"La ricerca storica e le ricognizioni archeologiche - spiegano gli organizzatori - hanno ricostruito negli anni una rete viaria che percorre tutta la Sicilia in età bizantina, islamica e alto medievale. Si tratta di un circuito di vie che permetteva di collegare i principali porti per lo spostamento verso centri maggiori: Palermo per la Spagna catalana e aragonese e per la penisola italica, Mazara e Agrigento per l'Africa settentrionale, Messina per l'Italia centrale, l'Oriente e la Terra Santa".

Nel corso della conferenza stampa si svelerà ufficialmente il progetto Magna Via Francigena, un itinerario che percorre il tragitto Palermo-Agrigento e viceversa, attraversando l'interno dell'Isola nel versante occidentale: un circuito aperto a camminatori e pellegrini da tutto il mondo composto da otto tappe per quasi 160 km di sentieri trazzerali o strade provinciali a basso impatto di traffico, con la media di circa 20-25 km a tappa. Più di 14 le amministrazioni comunali coinvolte che già hanno strutturato un percorso di accoglienza e di servizi al pellegrino.


La Magna Via Francigena è uno dei più importanti tasselli nel processo ricostruzione delle “viae francigenae”, un lungo ed appassionante lavoro di riscoperta basato su ritrovamenti documentali e sulle tracce archeologiche emerse lungo il percorso e studiate dal mondo accademico.

Argomenti:
diocesi


Tweet





Potrebbe interessarti









Domani alle 12, nei locali della curia arcivescovile di Agrigento si terrà la conferenza stampa di presentazione della “Magna Via Francigena”, progetto promosso dal Comune di Castronovo di Sicilia e dal partenariato diffuso di tredici Comuni, dalla Diocesi di Agrigento e con il supporto dall'associazione Amici dei Cammini Francigeni di Sicilia. Il progetto è sostenuto dal ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo e dall'assessorato al Turismo, Sport e Spettacolo della Regione Sicilia.

"La ricerca storica e le ricognizioni archeologiche - spiegano gli organizzatori - hanno ricostruito negli anni una rete viaria che percorre tutta la Sicilia in età bizantina, islamica e alto medievale. Si tratta di un circuito di vie che permetteva di collegare i principali porti per lo spostamento verso centri maggiori: Palermo per la Spagna catalana e aragonese e per la penisola italica, Mazara e Agrigento per l'Africa settentrionale, Messina per l'Italia centrale, l'Oriente e la Terra Santa".

Nel corso della conferenza stampa si svelerà ufficialmente il progetto Magna Via Francigena, un itinerario che percorre il tragitto Palermo-Agrigento e viceversa, attraversando l'interno dell'Isola nel versante occidentale: un circuito aperto a camminatori e pellegrini da tutto il mondo composto da otto tappe per quasi 160 km di sentieri trazzerali o strade provinciali a basso impatto di traffico, con la media di circa 20-25 km a tappa. Più di 14 le amministrazioni comunali coinvolte che già hanno strutturato un percorso di accoglienza e di servizi al pellegrino.


La Magna Via Francigena è uno dei più importanti tasselli nel processo ricostruzione delle “viae francigenae”, un lungo ed appassionante lavoro di riscoperta basato su ritrovamenti documentali e sulle tracce archeologiche emerse lungo il percorso e studiate dal mondo accademico.

Argomenti:
diocesi


Tweet





Potrebbe interessarti









Domani alle 12, nei locali della curia arcivescovile di Agrigento si terrà la conferenza stampa di presentazione della “Magna Via Francigena”, progetto promosso dal Comune di Castronovo di Sicilia e dal partenariato diffuso di tredici Comuni, dalla Diocesi di Agrigento e con il supporto dall'associazione Amici dei Cammini Francigeni di Sicilia. Il progetto è sostenuto dal ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo e dall'assessorato al Turismo, Sport e Spettacolo della Regione Sicilia.

"La ricerca storica e le ricognizioni archeologiche - spiegano gli organizzatori - hanno ricostruito negli anni una rete viaria che percorre tutta la Sicilia in età bizantina, islamica e alto medievale. Si tratta di un circuito di vie che permetteva di collegare i principali porti per lo spostamento verso centri maggiori: Palermo per la Spagna catalana e aragonese e per la penisola italica, Mazara e Agrigento per l'Africa settentrionale, Messina per l'Italia centrale, l'Oriente e la Terra Santa".

Nel corso della conferenza stampa si svelerà ufficialmente il progetto Magna Via Francigena, un itinerario che percorre il tragitto Palermo-Agrigento e viceversa, attraversando l'interno dell'Isola nel versante occidentale: un circuito aperto a camminatori e pellegrini da tutto il mondo composto da otto tappe per quasi 160 km di sentieri trazzerali o strade provinciali a basso impatto di traffico, con la media di circa 20-25 km a tappa. Più di 14 le amministrazioni comunali coinvolte che già hanno strutturato un percorso di accoglienza e di servizi al pellegrino.


La Magna Via Francigena è uno dei più importanti tasselli nel processo ricostruzione delle “viae francigenae”, un lungo ed appassionante lavoro di riscoperta basato su ritrovamenti documentali e sulle tracce archeologiche emerse lungo il percorso e studiate dal mondo accademico.

Argomenti:
diocesi


Tweet





Potrebbe interessarti









Domani alle 12, nei locali della curia arcivescovile di Agrigento si terrà la conferenza stampa di presentazione della “Magna Via Francigena”, progetto promosso dal Comune di Castronovo di Sicilia e dal partenariato diffuso di tredici Comuni, dalla Diocesi di Agrigento e con il supporto dall'associazione Amici dei Cammini Francigeni di Sicilia. Il progetto è sostenuto dal ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo e dall'assessorato al Turismo, Sport e Spettacolo della Regione Sicilia.

"La ricerca storica e le ricognizioni archeologiche - spiegano gli organizzatori - hanno ricostruito negli anni una rete viaria che percorre tutta la Sicilia in età bizantina, islamica e alto medievale. Si tratta di un circuito di vie che permetteva di collegare i principali porti per lo spostamento verso centri maggiori: Palermo per la Spagna catalana e aragonese e per la penisola italica, Mazara e Agrigento per l'Africa settentrionale, Messina per l'Italia centrale, l'Oriente e la Terra Santa".

Nel corso della conferenza stampa si svelerà ufficialmente il progetto Magna Via Francigena, un itinerario che percorre il tragitto Palermo-Agrigento e viceversa, attraversando l'interno dell'Isola nel versante occidentale: un circuito aperto a camminatori e pellegrini da tutto il mondo composto da otto tappe per quasi 160 km di sentieri trazzerali o strade provinciali a basso impatto di traffico, con la media di circa 20-25 km a tappa. Più di 14 le amministrazioni comunali coinvolte che già hanno strutturato un percorso di accoglienza e di servizi al pellegrino.


La Magna Via Francigena è uno dei più importanti tasselli nel processo ricostruzione delle “viae francigenae”, un lungo ed appassionante lavoro di riscoperta basato su ritrovamenti documentali e sulle tracce archeologiche emerse lungo il percorso e studiate dal mondo accademico.

Argomenti:
diocesi


Tweet





Potrebbe interessarti









Domani alle 12, nei locali della curia arcivescovile di Agrigento si terrà la conferenza stampa di presentazione della “Magna Via Francigena”, progetto promosso dal Comune di Castronovo di Sicilia e dal partenariato diffuso di tredici Comuni, dalla Diocesi di Agrigento e con il supporto dall'associazione Amici dei Cammini Francigeni di Sicilia. Il progetto è sostenuto dal ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo e dall'assessorato al Turismo, Sport e Spettacolo della Regione Sicilia.

"La ricerca storica e le ricognizioni archeologiche - spiegano gli organizzatori - hanno ricostruito negli anni una rete viaria che percorre tutta la Sicilia in età bizantina, islamica e alto medievale. Si tratta di un circuito di vie che permetteva di collegare i principali porti per lo spostamento verso centri maggiori: Palermo per la Spagna catalana e aragonese e per la penisola italica, Mazara e Agrigento per l'Africa settentrionale, Messina per l'Italia centrale, l'Oriente e la Terra Santa".

Nel corso della conferenza stampa si svelerà ufficialmente il progetto Magna Via Francigena, un itinerario che percorre il tragitto Palermo-Agrigento e viceversa, attraversando l'interno dell'Isola nel versante occidentale: un circuito aperto a camminatori e pellegrini da tutto il mondo composto da otto tappe per quasi 160 km di sentieri trazzerali o strade provinciali a basso impatto di traffico, con la media di circa 20-25 km a tappa. Più di 14 le amministrazioni comunali coinvolte che già hanno strutturato un percorso di accoglienza e di servizi al pellegrino.


La Magna Via Francigena è uno dei più importanti tasselli nel processo ricostruzione delle “viae francigenae”, un lungo ed appassionante lavoro di riscoperta basato su ritrovamenti documentali e sulle tracce archeologiche emerse lungo il percorso e studiate dal mondo accademico.

Argomenti:
diocesi


Tweet





Potrebbe interessarti

























































Posted on 07 Mar 2017 by radioconcordia

<< Previous ... 2 ... 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 Next >>

Powered by CuteNews

Farmacie di turno


R.S.A

Residenza Sanitaria Assistita
San Calogero
Opera Don Guanella-Naro

Notizie dall'Italia e dal mondo






www.intopic.it




Sei il visitatore N°

Lic.S.I.A.E. 1003 - S.C.F 654/03
Copyright © 2003 [radiodiocesanaconcordia].
Tutti i diritti riservati



Torna ai contenuti | Torna al menu